Bimbi a teatro!

In Verità , Il Teatro è Gioia,
si sale su quelle tavole sempre e solo
con immensa Gioia nel Cuore,
 sempre con un sorriso sulle labbra,
perché “fare Teatro” significa Lodare la Vita,
in tutte le sue forme ed espressioni.

Ricordo benissimo il giorno in cui sono entrata per la prima volta in un teatro.

Era la metà degli anni ’80, in prima o seconda elementare, allo storico e tanto amato Teatro dell’Angolo di Borgo San Paolo a Torino per assistere a  Pigiami, uno spettacolo che ancora oggi, quando viene rappresentato, riscuote successo, contribuendo ad insegnare la voglia di vivere e di giocare (che bisognerebbe non perdere mai!) e dimostrando di possedere, ad oltre trent’anni dal suo esordio, un linguaggio sempre attuale, di rara freschezza e longevità.

La passione per il teatro (che ho cercato di coltivare in vario modo anche da grande) è nata lì e il ricordo nitido, a distanza di tanto tempo, dello stupore e della gioia di quel giorno è la prova di quanto quell’esperienza sia rimasta impressa nella mia mente.

Il teatro, infatti, è gioia, è partecipazione, è la forma di espressione creativa che più si avvicina al gioco dei bambini. Andare a teatro fin da piccoli è un esperienza bellissima, un ottimo modo, tra l’altro, per iniziare a familiarizzare con sentimenti e concetti magari ancora sconosciuti, come ad esempio la paura, il coraggio e la lealtà.

Teo è ancora molto piccolo, con difficoltà trovo spettacoli adatti alla sua età ma non vedo l’ora, anche io, di poter assistere a tante produzioni coinvolgenti. A differenza di quanto si è talvolta portati a credere, questa forma di teatro non è assolutamente una produzione di serie B, perché è un teatro che cresce e vive sulla qualità: se non c’è qualità nei testi e nelle messinscene, i bambini e i ragazzi se ne accorgono e non rispondono positivamente. Sono loro i primi, autentici critici!!! 😉

Proprio perché conosco da anni la passione di Angela per il teatro e tutto l’amore che ci mette, vorrei parlarvi di uno spettacolo teatrale (per bambini dai 4/5 anni) della Compagnia Lontani dal Centro, che fa parte del cartellone della Prima Rassegna di spettacoli per le famiglie del Piccolo Teatro Scalzo, inaugurato con grande successo lo scorso settembre all’interno di Casa Bit, in via San Donato 92 a Torino.

Domenica 5 marzo 2017, Angela Vuolo e Manuela Celestino saranno in scena con Ma oggi è già domani?, uno spettacolo (da loro anche ideato e sceneggiato, in collaborazione con Francesco Varano) che è una sorta di viaggio, molto divertente, alla ricerca dell’isola del tempo.

img-20170222-wa0001

 

Quanto dura un attimo? E un momentino? Ma oggi è già domani? Lo spettacolo si propone di raccontare ai bambini lo scorrere del tempo, anche quando sembra lungo ed interminabile, anche quando ci vuole pazienza e bisogna accettare che qualcosa finisca perché qualcos’altro possa iniziare.

Attraverso il suo fantastico viaggio, Matilde andrà alla ricerca dell’isola del tempo per comprendere “il tempo migliore” del divertimento e del dovere! L’accompagneranno in questo cammino alcuni buffi personaggi (la NOIA, la FRETTA e la PAZIENZA) e ognuno, a suo modo, cercherà di spiegare alla bimba il valore del tempo.

Lo spettacolo (che ha riscosso molto successo nelle scuole dove è stato rappresentato e può contare, tra l’altro, su elementi scenici realizzati dagli ex scenografi dell’Albero Azzurro) avrà inizio alle ore 16 e al termine verrà offerta una golosa merenda a buffet per tutti! 😉

La Rassegna terminerà, poi, domenica 2 aprile con una coproduzione dell’Unione Musicale di Torino e della Compagnia i TritonoI vestiti nuovi dell’imperatore, uno spettacolo per bimbi dai 3 anni, liberamente tratto dalla fiaba di Andersen, che racconta, coinvolgendo il pubblico, di un imperatore vanitoso e di una bambina sincera, una bimba che non mente neanche di fronte ad un re e al suo corteo di sudditi.

gg-i-vestiti-nuovi-del-imperatore-1

La musica avrà un ruolo fondamentale nella narrazione della fiaba con ambientazioni sonore scritte e arrangiate appositamente per i bambini del terzo millennio, che accompagneranno l’intera storia, nota dopo nota. La varietà timbrica sarà affidata a strumenti classici, ma anche moderni ed etnici, che si alterneranno durante tutto il racconto.

Prima di salutarvi, una precisazione importante: mettetevi comodi comodi perché per assistere agli spettacoli si entrerà scalzi e si starà seduti per terra…altrimenti che Piccolo Teatro Scalzo sarebbe?!! 😉

Per prenotare il biglietto è possibile scrivere una mail a segreteria@casa-bit.it oppure telefonare al numero 328.4640092 (in orari di ufficio). Il costo del biglietto è: 8€ ad ingresso (7€ per i soci di Casa Bit e sconto famiglia, minimo 4 persone). I bambini al di sotto dei 3 anni non pagano!

Buon divertimento!! 😉

Elisa

unnamed-2