Il MUSE di Trento (e altri musei per bambini).

Siete stati a Trento? No, siamo stati 5 ore al MUSE!

Il Museo della Scienza di Trento, meglio conosciuto come MUSE, è uno di quei musei dove sai quando entri ma non quando uscirai, tante sono le cose da vedere e le esperienze da vivere.

DSC_0844-01.jpeg

Noi ci siamo fermati di ritorno a Torino dopo una fuga di due giorni in Val Pusteria (ne parlo qui) e quella che doveva essere una breve pausa si è trasformata in una visita di quasi 5 ore. Senza nessuna fatica ma solo tanto divertimento.

Prima di parlarvi della nostra esperienza al MUSE di Trento vi lascio il link ad un mio precedente post, dove parlo con entusiasmo di altri musei per bambini in Italia visitati con Teo. Se vi va l’articolo è questo.

Anche questo spazio alle OGR di Torino è imperdibile se avete bimbi.

Perché visitare il MUSE di Trento?

  • E’ il museo perfetto per tutti: adulti e bambini, anche quelli più piccoli. C’è proprio uno spazio dedicato ai bimbi piccoli e piccolissimi da 0 a 5 anni, si chiama Maxi OoH, è il luogo dove i bambini di questa fascia di età possono interagire con gli oggetti, le forme e i colori, provare, toccare e imparare giocando e sperimentando.
  • E’ ospitato in uno spazio molto suggestivo, un’opera di architettura che ricorda le cime acuminate delle Dolomiti, firmata da Renzo Piano e realizzata in metallo e cristallo su uno specchio d’acqua, in un’ex area industriale perfettamente riqualificata.
  • Ti conquista e lascia a bocca aperta appena varcata la soglia: il museo ha un impatto visivo notevole, è attraversato verticalmente da una specie di grande spazio libero, nel quale sembrano volare nell’aria tutti gli animali che popolano la montagna.
  • Per godere della vista pazzesca (a 360°) dalla terrazza al quinto piano. Tempo permettendo è un balcone meraviglioso sulla valle dell’Adige e sulle montagne che sovrastano Trento.

DSC_1009-01.jpeg

Cosa ci è piaciuto di più del MUSE

  • lo spazio Maxi OoH (tutte le informazioni qui) e lo Science Center al piano terra, un ampio spazio che ti permette di vivere la scienza come un gioco. E’ una galleria Hands-on, collocata subito dopo l’ingresso, con una ventina di postazioni interattive dedicate alle scienze di base. Teo è piccolo, ovviamente, per apprezzarlo nel suo aspetto divulgativo ma si è comunque divertito moltissimo. E anche noi.
  • la grande serra tropicale e la sezione dedicata ai giganti della preistoria al piano interrato.
  • il labirinto della biodiversità alpina al terzo piano. Immaginate di scendere lungo un sentiero di montagna in cui si susseguono 26 ambienti diversi, arricchiti da 2 acquari. La bellezza dell’allestimento mira a far vivere (o rivivere) le sensazioni ed emozioni di un viaggio nella natura, come incontrare animali selvatici, ascoltare i loro richiami, essere testimoni di un atto di predazione o spiare i rituali di corteggiamento. Ogni ambiente è svelato mediante modalità comunicative che vanno dai più tradizionali animali tassidermizzati alle più moderne tecnologiche virtuali interattive.
  • il ghiacciaio al quarto piano che è possibile toccare…non leccare. Teo voleva fare proprio quello e l’ho fermato in tempo!
20170628_122552_HDR.jpg
La serra tropicale
DSC_0809-01.jpeg
A bocca aperta
DSC_0918-01
Il ghiacciaio

Cose utili da sapere sul MUSE

  • Sono previste tariffe agevolate differenziate in base al numero di adulti.
  • Tutti i piani del museo dispongono di toilette con fasciatoi e zone comfort per le famiglie. I punti sono facilmente raggiungibili anche con passeggini o carrozzine. Nello spazio Maxi OoH si trovano due comode poltrone per l’allattamento.
  • E’ attivo un nuovo servizio per tutte le persone che hanno la necessità di lasciare in custodia il proprio cane durante la visita al MUSE in collaborazione con la Lega Nazionale di difesa del cane.
  • Si può entrare e uscire dal MUSE nel corso della giornata. Viene apposto un timbro dal personale che controlla gli accessi.
  • E’ presente una caffetteria. Altri punti di ristoro si trovano nelle immediate vicinanze del Museo e i locali del centro città sono raggiungibili in 10 minuti a piedi dal museo, grazie ad un sottopasso pedonale. All’interno dell’area museale non si può mangiare, tuttavia, è possibile consumare il proprio pranzo al sacco in un parco adiacente.
  • Durante i weekend, il MUSE propone attività e spettacoli scientifici per bambini di tutte le età della durata di circa 30 minuti, inclusi nel biglietto d’ingresso e per i quali non è necessaria la prenotazione.

DSC_0781-01

DSC_0972-01.jpeg
Sulla magnifica terrazza del MUSE di Trento

Vi abbiamo convinti a organizzare una gita a Trento?! 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...